Big data Oracle per la ricerca sul cancro infantile

Utilizzare la visualizzazione per aiutare a interpretare i dati nel trattamento del cancro dei bambini, e ricorrere alla realtà virtuale e aumentata per rendere l’analisi visuale più accessibile su larga scala.
Sono questi i due progetti di ricerca condotti dalla School of Computing, Engineering and Mathematics della Western Sydney University sui quali Oracle ha annunciato la volontà di realizzare un importante investimento.

Intenzionata a sostenere la ricerca sul cancro infantile, Oracle metterà a disposizione dei due progetti di ricerca di dottorato il proprio patrimonio di conoscenza volto a gestire e utilizzare i Big data fornendo una nuova dimensione per decifrare report e dashboard in maniera più efficace grazie, appunto, alla visual analytics.

Nello specifico, la prima tranche di finanziamento consentirà al Cancer Institute NSW di supportare per altri due anni la ricerca in corso inerente l’applicazione della visual analytics finalizzata a prendere decisioni cliniche non solo efficaci ma anche sicure e meno tossiche per la ricerca di nuovi modi per combattere i tumori infantili.

Aperta a PhD student, la seconda iniziativa su cui Oracle ha deciso di investire riguarda l’uso della realtà virtuale e l’applicazione della realtà aumentata per rendere l’analisi visuale più accessibile su larga scala. In questo caso l’obiettivo sarà capire come rendere possibile una coinvolgente esperienza visiva nell’analisi dei dati utilizzando tecnologie di nuova generazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO