Servizi: il cloud dove serve farlo

La volontà di spostare i carichi di lavoro sul cloud è sempre più evidente, ma molte aziende finora non hanno fruito di questi servizi perché trattenute da motivazioni legate al business, a questioni legislative e a requisiti normativi.

Oggi Oracle offre strumenti nuovi, che semplificano questa transizione e consentono ad aziende di qualsiasi settore di sfruttare finalmente i vantaggi di Oracle Public Cloud Services in termini di performance, costi e innovazione. Una volta mappate le reali necessità, l’azienda può scegliere dove usare i servizi, presso Oracle cloud o all’interno del proprio data center.

I principali vantaggi dei servizi cloud sono agilità, semplicità e un modello di pagamento a sottoscrizione. La soluzione presentata oggi si chiama Oracle Cloud at Customer e permette alle aziende di sfruttare tutte le nuove opzioni all’interno del proprio data center.

È la prima offerta di un leader di servizi public cloud che include uno stack compatibile al 100% con Oracle Cloud, ma è disponibile on-premise. Dal momento che la componente software opera in continuità con Oracle Cloud, i clienti possono utilizzare questa nuova offerta per affrontare una varietà di esigenze quali disaster recovery, elastic bursting, dev/test, migrazione dei carichi di lavoro in modalità lift-and-shift e avere disponibilità di un singolo set di strumenti DevOps per Api e scripting.

La famiglia dei servizi Public Cloud permette alle aziende di passare facilmente al cloud, rimuovendo alcuni dei maggiori ostacoli che ne impedivano l’adozione. Si tratta dei primi servizi in assoluto di questo genere disponibili sul mercato, che offrono ai Cio nuove opzioni sulla fruizione del software in azienda, permettendo di tracciare un percorso per spostare con facilità le applicazioni business-critical dai sistemi on-premise al cloud.

Oracle cloud at Customer

I servizi Oracle Cloud at Customer disponibili sono Infrastructure, Data Management, Application Development, Enterprise Integration e Management.

Infrastructure consente la portabilità nel cloud di carichi di lavoro Oracle e non-Oracle. Comprende elastic computing, elastic blog storage, virtual networking, file storage, messaging ed identity management. A completamento del portfolio, presto saranno resi disponibili ulteriori servizi IaaS quali Containers ed Elastic Load Balancer.

Data Management gestisce l’infrastruttura dati nel cloud con Oracle Database Cloud. Il set iniziale di offerte Database Cloud Service sarà completato con Oracle Database as a Service – Exadata (per le esigenze di performance più estreme) e da un ampio set di servizi cloud per i Big Data, che includeranno Big Data Discovery, Big Data Preparation, Hadoop e Big Data SQL.

Application Development rende possibile sviluppare e implementare applicazioni Java nel cloud usando Oracle Java Cloud, e presto saranno disponibili nuovi servizi per sviluppo in più linguaggi quali Java SE, Node.Js, Ruby e PHP.

Enterprise Integration semplifica l’integrazione fra applicazioni on-premise e cloud e fra diverse applicazioni cloud, utilizzando Oracle Integration Cloud Service. Ulteriori funzionalità per esigenze SOA, API Management e IoT saranno aggiunte a breve.

Management unifica e rende trasparente l’esperienza di gestione di carichi di lavoro on-premise e in Oracle Cloud.

Molte risorse in italiano sono disponibili sul blog e sulla pagina Youtube

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO