Consulenza e consigli per la digital transformation

Le organizzazioni che vogliono intraprendere una trasformazione in senso digitale hanno bisogno di consulenza e di partner che li consiglino e siano poi in grado di mettere in atto la nuova strategia.

Oracle può non essere il primo nome che viene in mente come partner digitale, ma nel corso degli ultimi due anni, a partire nella regione EMEA, ha sviluppato una forte competenza per consigliare le imprese sulla strategia digitale. Poiché raramente questi programmi coinvolgono un unico fornitore, l’azienda ha sviluppato una collaborazione con i team digitali dei principali integratori di sistemi e con le agenzie digitali chiave.

Tecnologia digitale e strategia di business

Il team di consulenza digitale di Oracle utilizza un approccio pratico per aiutare i clienti a migliorare il pensiero digitale, comprendere l’impatto dell’attività sull’ecosistema, sviluppare un’architettura e prototipare servizi digitali. I clienti chiedono ad Oracle di passare ad un ruolo decisamente consulenziale: l’approccio prescelto è business, non tecnologico, ed è rivolto ai direttori delle linee di business, digitale e marketing in primis.

Nel costruire strategie di business digitale, combinare l’innovazione di processo con il cambiamento organizzativo e la tecnologia abilitante è un’impresa complessa. Ci sono molte fonti di informazioni e competenze provenienti da diversi tipi di fornitore, ma nessun singolo partner ha tutte le risposte necessarie. Il paesaggio è ulteriormente complicato dal fatto che questi fornitori hanno poca esperienza di lavoro a stretto contatto, considerando le nuove relazioni da instaurare tra le diverse funzioni aziendali.

Nell’elaborare i risultati della sua consulenza, Oracle ha scoperto che per la maggior parte le nuove attività si sono svolte o con nuovi clienti, o con un nuovo pubblico di aziende già clienti.

Il team di Neil Sholay

Neil SholayCirca due anni fa Oracle ha istituito in EMEA un team di 15 persone, guidato dal capo della società digitale, Neil Sholay, con l’obiettivo di lavorare con circa 120 grandi clienti. Il ruolo della squadra è di facilitare i processi, piuttosto che fornire tecnologia, accompagnando i clienti nello sviluppo del loro pensiero digitale.
Il team ritiene che il vero valore del digitale derivi da interazioni tra le persone, i luoghi, le imprese e le cose, ed è quindi essenziale impegnarsi con i clienti a livello strategico. In secondo luogo, le piattaforme e gli ecosistemi sono visti come la nuova arena della competizione, quindi è importante trovare partner con vasta conoscenza del mercato e del know-how tecnologico.
In terzo luogo, le iniziative digitali si basano su dati, su come possono essere sfruttati all’interno di un’organizzazione: i dati devono essere trattati come un business asset e sostenuti da una forte gestione.

L’approccio lab-based

La squadra digitale di Oracle in genere inizia l’attività di consulenza con un cliente da un discovery lab, invitando figure chiave dell’organigramma a prendere in considerazione la strategia preesistente, per identificare da dove potrebbero sorgere nuove fonti di concorrenza di tipo disruptive.
Questa situazione verrà analizzata e mappata, per poi prototipare uno o più prodotti o servizi digitali che potrebbero far parte di questa strategia. Per avere un quadro completo, si guarda poi l’attività anche nelle fasi non considerate a rischio.
Il passo successivo è quello di sviluppare una futura architettura digitale che copra aree quali generazione dei dati, mobilità aziendale e web experience. Anche la digital supply chain e l’ottimizzazione dei processi di business sono importanti.
Con la domanda dei clienti in rapida crescita, la squadra digitale Oracle sta cercando diffondere queste conoscenze e competenze tra i team di vendita. A tal fine è stato avviato un programma di formazione di vendita digitale che equipaggerà tutti i suoi venditori: ad oggi, circa 1.300 venditori hanno seguito un programma di due giorni, che prevede tecniche come design thinking, question storming e storyboarding.
L’azienda sta anche aumentando le sue collaborazioni nell’ecosistema digitale, lavorando a stretto contatto con aziende quali Accenture e McKinsey, con agenzie digitali come WPP e SapientNitro. Un approccio simile è stato lanciato anche nella regione Asia-Pacifico.
Oracle sta investendo pesantemente e in modo aggressivo nella costruzione di piattaforme digitali moderne, con un forte portafoglio di applicazioni basate su cloud, servizi di piattaforma e infrastrutture.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO